--- E-Voice for Europe ---

City hall MioveniStoria

La storia di Mioveni abbraccia più di 500 anni. La sua prima menzione documentata risale all'anno 1485. Il nome della città deriva da un principe locale, Mihu (slavo: Mihov) Mihoveni (Mioveni), con riferimento diretto ai cittadini di questa società. I principali monumenti storici di Mioveni risalgono agli inizi dello sviluppo sociale umano, un fatto dimostrato dalla scoperta di utensili in pietra levigata e ceramiche dell'età del bronzo nelle aree limitrofe. Fino al 1989 l'attuale Mioveni era un comune, chiamato Colibasi, comune suburbano appartenente a Pitesti. Il 19 aprile 1989, questo comune diventa la città di Colibasi con decreto presidenziale. Nel 1996, a seguito delle azioni intraprese dalle autorità locali, la città di Colibasi diventa nuovamente la città di Mioveni (ai sensi della legge n. 35, del 18/05/2015, emanata dal Parlamento rumeno e pubblicata in la Gazzetta Ufficiale n.102/, del 20/05/1996).

Il processo di industrializzazione e urbanizzazione durante il periodo comunista, così come la fondazione dei due grandi stabilimenti, l'Automobile Manufacturing Plant e l'Istituto di Ricerca Nucleare, portarono alla distruzione delle case del villaggio appartenenti alla gente del posto e alla costruzione di condomini per i nuovi dipendenti, che provenivano da diverse zone di Arges e Muscel. Eppure, più che la distruzione del focolare del villaggio, il processo di industrializzazione ha causato veri e propri drammi tra la gente del posto, che ha lottato per mantenere la propria identità culturale e storica, le proprie tradizioni in questa zona.

Clima

La contea di Arges rientra nella categoria del clima continentale. L'area della città di Mioveni appartiene al distretto climatico centrale della pianura valacca. Il clima è generalmente mite, con inverni miti (con temperature comprese tra -10ºC e -15ºC) ed estati poco calde (con temperature comprese tra +18ºC e +20ºC). La temperatura media di luglio è di +22ºC, mentre la temperatura media di gennaio è di -30ºC. La frequenza media annua del vento da Nord Ovest sale al 18%, mentre quella da Ovest sale al 13%. Le velocità medie annue del vento sono di 2,3 m/s per l'area nord-occidentale e di 1,8 m/s per l'area occidentale.

La quantità media di precipitazioni registrata nell'area di Mioveni è compresa tra 700-800 mm/anno. Per quanto riguarda il regime delle precipitazioni, le variazioni compaiono di mese in mese. Durante l'estate gli episodi di pioggia sono molto rapidi e abbondanti, con un forte carattere torrenziale che porta ad effetti distruttivi.

Paesaggio

La città di Mioveni si trova nella grande unità Subcarpatica dell'Altopiano Getico o Piemonte Getico (che continua con Muscelele Arges), più precisamente nella subunità del Piemonte Candesti.

La geomorfologia dei Candesti piemontesi è molto complessa, costituita da terrazzi e creste estese e lisce orlate da ampie e ricche vallate di: Fiume della Dama (Doamnei) (al confine amministrativo con il comune di Maracineni), Fiume della Fiera (Targului) (al confine amministrativo con il comune di Darmanesti) e il fiume Argesel (nelle vicinanze nord-occidentali del quartiere di Racovita e della città di Mioveni).

Popolazione

Secondo il censimento ufficiale del 2022, la popolazione stabile della città di Mioveni ammonta a un numero di 29.317 cittadini. Questi numeri collocano la città al secondo posto nella contea di Arges, dopo Pitești, che detiene oltre il 55% della popolazione urbana della contea. Sul totale della popolazione, 14.988 individui sono uomini (51,12%) e 14.329 individui sono donne (48,88%).

  • Visite: 161
E-voice Project